Il Papa, il zapatismo e la giustizia sociale negata

Sono passati ventidue anni dalla ribellione nel Chiapas che sorprese il mondo intero. Un levantamiento fuori dai canoni della rivoluzione tradizionale, di dialogo e partecipazione che aveva attirato su una regione dimenticata l’attenzione dei media internazionali. Era il gennaio 1994, un’eternità fa, eppure il movimento zapatista resiste ed è ancora vivo nel cuore del Chiapas,

I cubani e la tregenda del sogno americano

Poveracci che sparano ad altri poveracci, hermanos che si parano di fronte ad altri hermanos. Il luogo è la frontiera di Peñas Blancas, confine tra Costa Rica e Nicaragua, una linea che

Guatemala: Jimmy Morales, un comico (conservatore) per Presidente

Per quindici anni ha fatto ridere i guatemaltechi con il suo programma ‘Moralejas’, un gioco di parole tra il suo cognome e l’espressione: morale della favola. Una favola che ora, almeno per

Elezioni Guatemala: a destra, anzi ancora più a destra

O a destra o ancora più a destra. Queste sono le indicazioni che hanno lasciato le elezioni presidenziali tenutesi ieri in Guatemala. Svoltesi in un clima convulso, marcato dalle dimissioni in settimana

La fine del male: è morto Manuel Contreras

Non gli sarebbe bastata una vita per scontare gli anni di galera che gli erano stati comminati. Il Mamo Contreras, dovrebbe rinascere almeno altre dieci volte e passare la sua esistenza tra

Elezioni Haiti, apatia e poca voglia di democrazia

Chi si ricorda di Haiti? Pochi, quasi nessuno. Ogni tanto un terremoto, ogni tanto uno scandalo, ogni tanto un’epidemia, ogni tanto un reportage che descrive le miserrime condizioni di vita di più

L’evasione del Chapo Guzmán: cronaca di una fuga annunciata

Il Chapo Guzmán è di nuovo scappato. Se c’era bisogno di alimentare ancora di più la leggenda di primula nera del narcotrafficante più potente e famoso del mondo e al tempo stesso

L’ingiustizia è servita: il mostro di Armendáriz ora su e-book

Nel settembre del 1954 il Perù fu scosso da un caso che venne subito e frettolosamente catalogato dalla polizia come un orrendo omicidio. Un bambino di soli cinque anni, Julio Hidalgo, venne

Maras: a El Salvador e in Honduras la tregua è finita

Lo chiamano ¨impuesto de guerra¨, la tassa di guerra e può ricadere su tutti: commercianti, tassisti, aziende, liberi professionisti anche semplici cittadini. Chi vuole esercitare una qualsiasi attività in uno dei loro